Blog
Blog blog blog
CONTATTACI

Come pulire l’acciaio inox ed evitare che si rovini. Tutti i nostri consigli per una pulizia perfetta dell’acciaio inox

Oggi affrontiamo un tema che le casalinghe di tutto il mondo apprezzeranno: come lucidare l’acciaio inox.

Al di là di tutti i “rimedi della nonna”, alcuni un po’ vintage bisogna ammetterlo, ci sono accorgimenti da avere quando si deve pulire un oggetto o un componente in acciaio inox.
Fino ad ora te la sei cavata alla meno peggio e, se sei riuscita a non creare danni alle tue superfici in acciaio inox, devi ritenerti fortunata!

Se non impari subito a pulire e lucidare l’acciaio inox per bene, rischierai di:

  1. Rovinare le superfici
  2. Logorare la lucentezza originale del materiale
  3. Dover rinunciare alla qualità, estetica e funzionale, del materiale
  4. Sorbirti le lamentele di tuo marito e i rimproveri di tua mamma, casalinga professionista

Chi acquista componenti e oggetti in acciaio inox lo fa per due motivazioni: qualità nel tempo ed estetica.

Quindi immaginare una superficie non pulita bene o rovinata può far cadere una di queste due motivazioni.

C’è acciaio inox in tutte le case, pensa che i piani cottura sono in acciaio inox in più del 90% delle abitazioni.

Quello della pulizia dell’acciaio inox, allora, è un argomento che devi approfondire se non vuoi rischiare di fare le pulizie e di rovinare superfici, ringhiere e tavolini.

Per pulire l’acciaio inox e ottenere un risultato perfetto e senza aloni, evitando che col tempo svanisca la sua lucentezza originale devi prestare attenzione ai saponi e ai prodotti da utilizzare per:

Evitare che si opacizzi il materiale
Evitare che si graffi il materiale
Evitare che si annerisca il materiale

Allora procediamo con ordine e vediamo come fare per lucidare l’acciaio inox come si deve.

I 4 consigli per pulire l’acciaio inox e evitare disastri

  1. NON usare detergenti aggressivi, specie se contengono cloruro
  2. NON usare detersivi che contengono cloro
  3. NON usare detersivi in polvere abrasivi
  4. NON usare sostanze per pulire e lucidare l’argento

 

Doccia e lavabo

Pulisci le superfici con un panno spruzzato di aceto. È consigliabile un panno asciutto e non già usato.
Il consiglio è di non imbevere troppo il panno di aceto, altrimenti si formeranno dei fastidiosi aloni.
Per evitare gli aloni strofina con la parte asciutta del panno o con un panno nuovo.

Lavabi e lavandini in acciaio inox richiedono una pulizia a un livello leggermente superiore. Generalmente le macchie da eliminare su lavabi e lavandini sono più difficili e ti suggerisco di provare con un prodotto anticalcare o con del bicarbonato miscelato in un po’ di acqua calda.
In alternativa, se non hai bicarbonato in casa, usa il succo di limone: l’acidità del frutto contrasta le macchie di calcare e di ruggine e le fa scomparire.

Quando, invece, è il rubinetto ad essere sporco o ricoperto di calcare ti suggerisco di usare dell’aceto bianco versato su un panno in microfibra. Il risultato sarà un rubinetto di nuovo brillante e senza quel fastidioso calcare che aveva prima.

Piani cottura e pentole

Se i fornelli sono ossidati o anneriti un giusto modo per eliminare le macchie può essere utilizzare acqua e detergenti liquidi. Voglio che tu sappia che l’acciaio inox può essere pulito anche con i normali prodotti per la pulizia dei vetri, l’importante è che NON contengono cloruri.
Evita prodotti con cloruri perché andresti incontro alla morte dell’acciaio inox.
Per uno sporco più difficile consiglio anche in questo caso di diluire un po’ di bicarbonato in acqua calda e di lasciare agire per qualche minuto direttamente sulla macchia.

Per le pentole, così come per le posate, il discorso cambia leggermente. Se in casa hai una lavastoviglie puoi risolvere il problema dello sporco con un lavaggio di pentole e posate in lavastoviglie, prima di avviare il lavaggio però spruzza sull’acciaio un po’ di aceto.
A lavaggio terminato passa pentole e posate con un panno asciutto e un’altra spruzzata di aceto. Anche qui il consiglio è di non utilizzare troppo aceto, altrimenti si presenteranno gli aloni.
Se non hai una lavastoviglie puoi ripulirle a mano utilizzando una spugna morbida e un normale detersivo da piatti.

Ringhiere e passamano

Sembrerà strano ma ringhiere e passamano in acciaio inox possono essere la tua salvezza!

Tra tutti i materiali per ringhiere, l’acciaio inox è il più semplice da pulire e lucidare. Basta ripulirle allo stesso modo di come si ripuliscono le pentole in acciaio inox: spugna morbida, detersivo da piatti e sciacquatura finale. In alternativa vanno bene anche i prodotti per la pulizia dei lavelli in acciaio inox che, tra l’altro, non hanno bisogno neanche di essere risciacquati.

L’acciaio inox è la scelta vincente tra tutti i materiali. Come vedi bastano semplici accorgimenti per ripulirlo e sfruttare al meglio le sue qualità, sia estetiche che funzionali, evitando che si rovini.

 

Per domande o dubbi puoi contattarci all’indirizzo info@nuzzimetaldesign.it o telefonando allo 080 310 30 21.
Siamo gli specialisti dell’acciaio inox, non facciamo miracoli ma possiamo consigliarti per rendere miracolose le tue pulizie.

Lascia un commento

Contattaci